Sempre una volta più di te

“Chi lo dice sa di esserlo”. Questo, a posteriori, dovrebbe essere il titolo della più famosa puntata di Servizio pubblico, altro che “Mi consenta” (titolo innocuo, che già fin da subito avrebbe dovuto far presagire i guanti di velluto utilizzati da Santoro & C. nei confronti dell’ex premier). Perché a un certo punto, Silvio Berlusconi si è rivolto al pubblico con questo candido refrain da scuola primaria, dopo avere osato una domanda retorica pericolosamente apparentata con un assist:

– Undici milioni di Italiani mi hanno votato: sono tutti coglioni?
Il pubblico non ha resistito e ha risposto in coro:
– Sì!
Forse anche qualcuno della sua claque, non resistendo all’impulso di dire sì al proprio mentore, ma di questo non se ne hanno le prove.
E lui sorridendo e voltando di quarantacinque gradi il suo collo da tartaruga liftata, ha risposto:
– Chi lo dice sa di esserlo.
E nessuno ha commentato. Questa meschina replica è stata inascoltata. Nessuno che, per dire, abbia ribattuto (e io non me ne sarei stupito, vista la trasmissione):
– Sempre una volta più di te.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...