Consumare rilancia l’economia

La riunione procedeva tranquilla. Ero stato convocato per uno slide show di diapositive delle brevi ma intense vacanze che le Product Manager, trasformatesi per l’occasione in abili Trend Hunters, avevano appena trascorso a Parigi, Londra e New York. Sì sì, Product Manager, in gergo P.M., altisonante acronimo in cui il maiuscolo è d’obbligo per abbellire il biglietto da visita di quel manipolo di mogli (con figli e mariti a carico) caratterizzate nella quasi totalità da un morbo contagioso che le obbliga quotidianamente (perché di imperativo alquanto categorico si tratta) a essere, come si dice in questi casi, delle vere e proprie “fashion victims”. Nel loro caso, con in più la lucida consapevolezza del loro ruolo, che le porta per esempio ad appendere alla porta dell’ufficio un A4 di Power Point con su scritto “Consumare rilancia l’economia”.

Entrando nella fiction, dopo la presentazione di un bagno pubblico parigino in cui, per 1 euro e 50 centesimi, si potevano espletare le funzioni meno procrastinabili in ambienti cromaticamente monotematici, la più rappresentativa delle P.M. aveva abbozzato un sorriso poco amichevole nella mia direzione. Subito dopo aveva commentato:
– Questo è il massimo che siamo riuscite a trovare.
Poi tutte quante si erano guardate le tette.
Bisogna sottolineare che il manipolo era composto da:

• 2 valchirie capaci di avvicinarsi spavaldamente al metro e sessanta e di riassumere sui visi di cotto l’assortimento di un mobile make up;
• 1 rassicurante sosia della Gelmini, i cui occhiali griffati ricordavano il visore a infrarossi di Robocop;
• 3 replicanti, volgarmente definite “assistenti”, di cui

• una reduce da un’epatite che, sebbene avesse avuto un effetto benefico sui suoi lombi da latifondo, aveva viziato l’incarnato di uno spiacevole colore giallognolo;
• una che trascorreva il tempo, riunioni comprese, sorbendosi un’Activia dopo l’altro;
• una terza, appena giunta nel cenacolo commerciale dopo un anno di Centro Elaborazione Dati, il cui contagio da P.M. si poteva diagnosticare dalla sfumatura maldestra di un ombretto color ottanio, che deturpava perfino lo sguardo, ma che, per il momento, risultava controbilanciato dagli anticorpi di un fermacapelli a pinza color mango.

Lei non è ancora perduta, ho pensato. Poi si è alzata, e mi è passata davanti ancheggiando in un paio di leggings rosa carne.

Annunci

2 thoughts on “Consumare rilancia l’economia

  1. potremmo incrementare il profitto del modulo parigino di evacuazione fisiologica con un altoparlante sintonizzato sulle frequenze di quella che è nota
    come “nota marrone” o “suono grezzo”, un “aiutino” a soli 50 centesimi in più… e poi scappiamo col malloppo…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...