I millepiedi che siamo

promenade

Poi quando si cammina, ci s’incasina – i millepiedi che siamo – ma si cammina di continuo, di qua e di là, senza o con meta, perché dicono che l’importante sia andare, e che se bisogna andare, si va, e mentre ci si muove incessantemente guidati da questo irrazionale impulso ad andare, all’improvviso c’è qualcuno che decide di fare un pezzo di strada insieme a qualcun altro, ma poi purtroppo o per fortuna i millepiedi che siamo cambiano strada, e ci si ritrova a camminare di nuovo in mezzo a milioni di altri piedi, perché è quando si cammina appaiati che in realtà si è davvero soli, è quando i passi risuonano all’unisono e la direzione non è importante che si è soli e spersi, mentre bisognerebbe piuttosto camminare per arrivare – non importa dove – e non soltanto per andare, bisognerebbe piuttosto camminare per potersi prima o poi fermare, anche se non si sa mai perché, bisognerebbe piuttosto camminare per poter prima o poi stramazzare in pace, anche se non si sa mai quando, e insomma bisognerebbe piuttosto camminare nella massima confusione con la massima determinazione, perché altrimenti, quando si cammina, poi ci s’incasina.

Annunci

4 thoughts on “I millepiedi che siamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...