ci vedo anche al buio

puntali in pancia e pressa idraulica ad altezza sterno, euforia da stafilococco della colla e instabilità da opportunismo premeditato, sai no? tutto in una volta, come in un insopportabile atto unico, che poi c’è la sillaba che allarma e il tono che prostra e i lombi, già, i lombi, mai del tutto caramellati e sempre in agrodolce.

Ho eliminato tutte le sveglie dalla camera da letto perché il loro ticchettio, merda, sa di morte, sì sì, anche quello delle svegliette elettroniche, anche quello delle radiosveglie, perfino quello dei cellulari, e intanto la mano preme il cotone raspando sulla barba rasata male, mentre si sentono lontani colpi di tosse che sembrano non esistere, ma da qualche parte ci sono, lo sa bene la bocca, che riarde e ride.

Chiuderò gli occhi ogni volta che posso, sì, anche al buio perché ci vedo anche al buio e il buio non è mai totale, c’è sempre una lucilla che ti fa dire: è buio, e io lo ripeto – buio, è buio – mentre un cane si sventra dai latrati e un uomo e una donna lo maledicono in silenzio, no perché a volte mi convinco di essere una creatura da incubo, poi mi viene in mente che gli incubi accadono da svegli e allora realizzo che non si tratta mica di incubi, che sono io a essere così, sempre di più, guarda, negli ultimi tempi sono stato così ricettivo che avrei potuto piantare le mie braccia in un sensore per misurarne le emozioni.

Poi sono anche fotosensibile e vorrei che il buio fosse dentro, visto che fuori sempre non si può vorrei che fosse in me, sai no? ah, sai anche cosa? sono un catalizzatore di banalità vestite a festa, il bastone del rabdomante specializzato in sorgenti non potabili, sono il diapason stonato, l’intellettuale con niente in testa, l’erezione al momento sbagliato. Voglio l’impasse del cuore. L’amnesia pubica. L’apostasia sentimentale. Voglio potermi dire anch’io “non ti voglio più”.

Che poi invece sono anche autoerotico, guarda, ho movenze da serial kinder, io, e sto sincopatico a un sacco di gente, no, dico sul serio – certo, non oso definirmi estrosverso né tantomeno un sex single, ma quando mi rado e mi pettino faccio ancora la mia morta figura, e insomma fanculo, che se non posso proprio dire di volermi ancora, beh, perlomeno fin che campo, me ne vorrò.

Annunci

2 thoughts on “ci vedo anche al buio

  1. il bastone del rabdomante specializzato in sorgenti non potabili

    l’importante è che non trovi il petrolio perché, diciamolo, ti ci vedresti vestito da texano? :-)

    bello bello anche questo post

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...